Novità e approfondimenti

Coating auto-sanitizzanti: una scelta intelligente, sostenibile e conveniente

  • 13.10.2020
  • Approfondimenti

Già da qualche anno, l’organizzazione mondiale della salute WHO (World Health Organization) ha posto l’accento sulla preoccupante situazione legata al crescente fenomeno della resistenza batterica, sottolineando come risulti sempre più difficile contrastare infezioni batteriche che fino a qualche anno fa venivano trattate senza problemi. Per sopravvivere ad antibatterici e antibiotici, infatti, i batteri hanno messo in atto processi e strategie evolutive che gli hanno consentito di sviluppare una crescente resistenza a tali principi attivi che, di conseguenza, sono andati via via perdendo di efficacia.

Uno degli aspetti centrali nella lotta a questo preoccupante fenomeno riguarda il trattamento degli ambienti nosocomiali, i quali rappresentano le aree a maggior rischio non solo per la diffusione di infezioni ma anche per lo sviluppo di resistenza batterica.

Per contrastare questo problema, pertanto, appare preferibile spostare l’attenzione verso il mondo dei principi attivi naturali che, a differenza dei principi attivi inorganici e sintetici, non essendo idonei a sviluppare resistenza batterica, sarebbero da considerarsi una soluzione valida oggi così come in futuro.

Dopo anni di ricerca siamo stati in grado di selezionare un particolare principio attivo naturale che mostra un’incredibile efficacia anti-batterica ad ampio spettro, risultando, al contempo, totalmente atossico per l’uomo. Tale attivo naturale, dopo essere stato opportunamente trattato nei nostri laboratori, diviene “l’ingrediente principale” dei rivestimenti della linea SSC, con i quali sarà possibile rivestire qualsiasi superficie rendendola auto-sanitizzata e, pertanto, non idonea alla vita ed alla proliferazione dei microrganismi che vi si depositano.

I test di laboratorio evidenziano le caratteristiche uniche dei prodotti SSC: i nostri rivestimenti auto-sanitizzanti sono stati testati in accordo e nel rispetto delle più severe normative e linee guida ospedaliere - ISO 22196 e ASTM 2180 - e hanno dimostrando un incredibile potere di abbattimento della carica batterica (1) che viene a contatto con il rivestimento delle superfici trattate.

Tale efficacia contro batteri Gram positivi e Gram negativi, inoltre, è risultata stabile nel tempo per un periodo di 3 anni.

Questi test confermano l’efficacia auto-sanitizzante del trattamento, sia su pareti con vernice ad acqua sia su linoleum, anche a distanza di anni dall’applicazione del trattamento.

I rivestimenti SSC sono immediatamente efficaci, non richiedono alcun attivatore esterno (non è necessaria fotocatalisi), non necessitano di prodotti di reazione e non sfruttano nanotecnologie potenzialmente dannose all’uomo.


(1) La normativa ISO 22196 ha restituito valori di abbattimento batterico superiori al 99,99% a 24 ore di contatto (come previsto dalla normativa) sia su batteri Gram positivi che negativi (efficacia ad ampio spettro).